Ministero dell'Università e della Ricerca

31. Dic. 2019

Un marchio speciale per i 75 anni del giornale La Sicilia

Nel 2020 La Sicilia compie 75 anni. E ha deciso di celebrare questo importante compleanno bandendo un concorso di idee per la progettazione del marchio del 75esimo anno, che dal 2 gennaio affiancherà la nostra testata. Al concorso - realizzato dalla Fondazione Domenico Sanfilippo Editore col valido supporto dell’Accademia di Belle Arti di Catania - hanno partecipato in tanti. A valutare le proposte pervenute è stata la commissione formata dai professori dell’Accademia di Belle Arti, Carmelo Nicosia e Gianni Latino, dal direttore de La Sicilia, Antonello Piraneo, da Domenico Ciancio Sanfilippo, dal presidente del comitato scientifico della Fondazione Dse, Giuseppe Di Fazio e da Delfo Sinatra di Pk Sud.

La commissione ha scelto il progetto di Desirée Pisano, studentessa diciottenne nata a Stoccarda, ma residente a Scordia. La ragazza frequenta l’istituto Ettore Majorana di Militello Val di Catania, indirizzo grafico pubblicitario e ha una grande passione per le arti visive e la fotografia. Non sarà un caso, dunque, che il suo progetto di marchio sia stato scelto. La particolarità che è piaciuta alla commissione è quel segno spunta, «come se fosse un obiettivo raggiunto sul quale si appone un check in una lista di traguardi o cose da fare», spiega Desirée. Che non dimentica di dare credito ai professori che le hanno prospettato il concorso, a cominciare da quello di Progettazione grafica, Alessandro Cavallo e Lidia Zinna, docente di Laboratorio.

Una spunta, da affiancare alla testata de La Sicilia, piaciuta anche a Gianni Latino, professore di Graphic Design all’Accademia di Belle Arti di Catania: «Un segno semplice e intuitivo - dice - che ben comunica il raggiugimento di un traguardo. Inoltre, il numero progressivo suggerisce una continuità con il marchio dei settant’anni del giornale. Rispetto alla versione ricevuta, abbiamo chiesto alla progettista di togliere la testata de La Sicilia che all’inizio affiancava il marchio dei 75 anni, lasciando solo quest’ultimo. La ragazza è stata d’accordo, manifestando anche una sensibilità grafica in tal senso. Visti i suoi studi, non poteva essere altrimenti».

Intanto, buon anniversario al nostro quotidiano. «Lo celebreremo - annuncia il direttore, Piraneo - con una serie di iniziative a partire dal 15 marzo, giorno di pubblicazione del guardi o cose da fare», spiega Desirée. Che non dimentica di dare credito ai professori che le hanno prospettato il concorso, a cominciare da quello di Progettazione grafica, Alessandro Cavallo e Lidia Zinna, docente di Laboratorio.

La Sicilia, 31 dicembre 2019

Download allegato