Ministero dell'Istruzione, dell'Universita e della Ricerca

10. Ott. 2013

Scomparso Nunzio Sciavarrello, padre fondatore dell'accademia di Belle arti di Catania.

Cordoglio istituzionale per la scomparsa di un grande artista, fondatore dell'Accadmeia di Belle Arti di Catania.

I funerali si svolgeranno sabato 12 ottobre 2013 ore 11 presso la Cattedrale di Sant'Agata in piazza Duomo a Catania.

Virgilio Piccari
Direttore Aba Catania

Padre fondatore dell'Accademia di belle Arti di Catania
Prima dell’apertura dell’Accademia di Catania gli artisti emigravano. Piero Guccione, per esempio, nato nel 1935, a vent’anni era già a Roma. Nino Cordio (1937-2000) si trasferirà nella Capitale nel 1957, raggiunto qualche anno dopo dal coetaneo Franco Piruca (1937-2000) e, più tardi, da Alberto Abate (1946-2012). Pino Pinelli, nato nel ‘38, preferirà invece trasferirsi a Milano nel 1962, così come successivamente farà Paolo Scirpa, di quattro anni più anziano, che sarà titolare della cattedra di Pittura all’Accademia di Brera, e, infine, Mimmo Germanà (1944-1992). Solo Enzo Indaco (nato nel 1940) e i gemelli Antonio e Tano Brancato, del 1937, rimarranno stabilmente in Sicilia e saranno tra i primi docenti catanesi. La costituzione dell’Accademia di Catania, che ha iniziato la sua attività l’8 gennaio 1968, in primo luogo quindi ha frenato quella che oggi verrebbe chiamata “fuga di talenti”, inaugurando una fase in cui la precedente Scuola catanese si rinnoverà e si radicherà territorialmente, pur mantenendo saldi rapporti con il resto del Paese. Nunzio Sciavarrello (1918-2013) ne sarà l'animatore.
C’è qualcosa di sorprendente nell’attività di Sciavarrello. Reduce dal fronte dei Balcani, nel 1950 sarà tra i promotori degli Istituti d’Arte di Catania e di Giarre, nel 1958 tra i fondatori del Teatro Stabile di Catania e nel 1964 del Liceo Artistico. L’anno prima era diventato titolare della cattedra di Incisione dell’Accademia di Palermo, dove sarà direttore dal 1966 all’apertura dell’Accademia di Catania, che dirigerà per vent'anni, fino al 1988.