Ministero dell'Istruzione, dell'Universita e della Ricerca

29. Apr. 2014

Workshop Drammaturgia dell'oggetto

Dire qualcosa di preciso riguardo alla questio Nuova Drammaturgia o Drammaturgia Contemporanea, è difficile: perché è difficile definire quella cornice entro la quale una tale aggettivazione può essere attribuita ad un testo teatrale. In epoca post-moderna sembra impossibile che un testo sia completamente originale, e forse non è importante che lo sia. Tutto sembrerebbe già scritto o rappresentato, ma un vecchio e saggio drammaturgo una volta disse una semplice equazione: ‘‘meglio scrivere in un nuovo modo una vecchia storia che in modo vecchio una nuova storia”. Sembra banale ma non lo è, perché sposta efficacemente l’attenzione sullo stile, sul linguaggio sempre mutevole, come mutevole è il mondo, per narrare al pubblico di oggi anche il più classico dei temi come, ad esempio, la storia d’amore tra un uomo e una donna.

Il workshop ha la durata complessiva di 100 ore.
Diretto dal Prof. Giovanni Carpanzano.

Le lezioni si svolgeranno nelle settimane 12, 13 e 14, nelle giornate di martedi, mercoledi, giovedi e venerdi a partire dalle ore 09,00 alle ore 16,00 quindi per 7 ore al giorno.
Sede del workshop Reclusorio.

I fase. 20 ore.
Analisi sulla drammaturgia contemporanea: analisi e prospettive.
II fase. 50 ore.
Analisi della drammaturgia dell’oggetto: artisti e compagnie che utilizzano l’oggetto come scrittura scenica.
III fase. 30 ore.
Progettazione e realizzazione di un opera a scelta tra le seguenti prese in esame:
1. Sogno di una notte di mezza estate. William Shakespeare.
2. Escurial. Michelle De Ghelderode.
3. Edipo Re.
4. Rumori fuori scena. Michael Frayn.
5. Ubu re. Ubu incatenato. Ubu cornuto. Alfred Jarry.

DESTINATARI
Gli studenti della Scuola di Scenografia.

OBIETTIVI E FINALITÀ DIDATTICHE
1. Leggere il potenziale espressivo dell’oggetto secondo tre linee guida:
• insediamento dell'oggetto;
• descrizione del suo uso;
• rapporto con l'attore.

2. Sviluppare una semiotica dell’oggetto che travalichi la sua funzione quotidiana.

3. Sviluppare un “vocabolario” di scrittura scenica con l’oggetto.

4. Creare un progetto di spettacolo su uno dei testi proposti partendo da o dagli oggetti che lo
rappresentano.

Il allegato progetto e contenuti del workshop.


Download allegato